Il Corpo Bandistico di Malcesine, dopo essersi sciolto a causa della seconda guerra mondiale, rinasce nel 1981 per iniziativa del Comune e di alcuni privati. Per i primi sette anni il complesso fu diretto dal maestro Enzo Cumer, che coltivò un piccolo gruppo di giovani ragazzi digiuni di musica fino a formare una piccola banda. Ancora oggi alcuni di quei ragazzini, ormai diventati papà, fanno parte della banda. Nel 1988 al maestro Cumer subentra il maestro Mario Garniga della banda di Lizzana (Tn). A quel periodo risale anche l'arrivo a Malcesine del maestro Antonello Cunego in qualità di insegnante del settore ottoni.

Negli anni seguenti alla guida del Corpo Bandistico di Malcesine si succedono per vari motivi diversi maestri, ma dal 1992 al 2001 la banda trova un periodo di stabilità e la direzione viene affidata al maestro Antonello Cunego, che riesce a portare una ventata di entusiasmo e di novità, contribuendo moltissimo alla crescita artistica del gruppo. In questo periodo è stato possibile riorganizzare i corsi allievi che hanno fruttato l'ingresso di nuovi suonatori, nonchè elevare la capacità tecnica di tutti i bandisti. Questo naturalmente ha portato ad una maturazione artistica complessiva che permette l'esecuzione di pezzi anche di una certa difficoltà. Attualmente la Banda è diretta dal maestro Gianluigi Favalli, il quale segue anche il gruppo allievi del Corpo Bandistico.

Da più di vent'anni il Corpo Bandistico di Malcesine opera sul territorio, partecipando alla vita sociale del paese in molte occasioni e manifestazioni pubbliche, civili, religiose, sportive e scolastiche. Negli ultimi anni la maturazione artistica, raggiunta con grande impegno e costanza di tutti i 35 componenti del gruppo, ha permesso alla Banda di entrare nei cartelloni di molte manifestazioni, non solo a Malcesine ma anche fuori dal Comune, da ricordare la partecipazione al Raduno di Bande nel 1998 a San Vincenzo in provincia di Livorno, e recentemente l'anno scorso al Raduno a Laterina in provincia di Arezzo, dove si è fatto notare per serietà ed originalità.